Laureata in Economia aziendale ed esperta di marketing e comunicazione d’impresa, Stefania Calabrese per hobby frequentava Scienze della Comunicazione e viveva il quotidiano “come in una partita al gameboy: superato un livello, ce n’era subito un altro”, così come lei stessa ha scritto di sé a proposito di Elementi Creativi, l’agenzia di comunicazione che dirigeva insieme a Luigi Longobardi. Identità Virali è una sua idea, che seguiva con passione, insieme al resto del gruppo organizzativo, che dal 2013 ha voluto che il festival continuasse in suo nome e nel suo ricordo. Non abbiamo mai voluto elevare monumenti alla nostra amica scomparsa. Abbiamo ritenuto necessario prenderci cura della sua discrezione e di quella dei suoi familiari, ma cerchiamo di ricordarla in tutto quanto realizziamo. Così anche nell’edizione 2014 di Identità Virali, perché nessuno di noi muore del tutto, finché le nostre opere sono riconosciute e amate da chi ci sopravvive. La memoria è la vita che nonostante tutto deve continuare anche a raccontare.

47117_433704909130_806569130_4885915_6601067_n

Costruire rapporti “identitari” che si propagano
e si contaminano tra loro “viralmente”.

#Fania